La Sony α9 II.

Sony α9 II, annunciata da pochi giorni e disponibile sugli scaffali entro la fine di questo mese, rappresenta la versione migliorata della tanto apprezzata Sony α9 originale, immessa sul mercato nella primavera del 2017.

Pur mantenendo invariate la maggior parte delle caratteristiche, la nuova mirrorless full-frame porta alcune migliorie assai interessanti, sopratutto per i professionisti e in particolar modo a chi si dedica alla fotografia sportiva e al foto-giornalismo.

Il sensore rimane invariato: il tanto apprezzato CMOS Exmor RS da 24,2 MP di tipo stacked è il cuore di quest’ammiraglia. Sony α9 II, esattamente come la versione precedente, supporta lo scatto continuo silenzioso a 20 FPS, per un massimo di 361 immagini JPEG o 239 immagini RAW compresse, senza latenze del mirino. Quando invece si preferisce o è necessario ricorrere all’otturatore meccanico, α9 II consente di scattare fino a 10 FPS, una velocità quasi raddoppiata rispetto al modello del 2017. L’AF e l’AE sono calcolati fino a 60 volte al secondo.

Anche il sistema di messa a fuoco rimane invariato, con 693 punti AF a rilevamento di fase sul piano focale, che coprono circa il 93% dell’area dell’immagine, e 425 punti AF a contrasto. Rimane lo stesso pure il display touch-screen (con risoluzione pari a 1.440.000 punti), orientabile in alto e in basso; e il mirino elettronico Quad-VGA, con ingrandimento di 0,78 x e risoluzione da 3.686.400 punti.

Da segnalare le funzioni Real Time Eye AF (con selezione dell’occhio destro o sinistro) e Real Time Eye AF per animali, con nuovo algoritmo ottimizzato. Possibilità apprezzata da alcune nicchie di professionisti è la nuova funzione Voice Memo, che consente di allegare alle immagini informazioni sotto forma di messaggi vocali, riproducibili durante la visualizzazione delle foto. È inoltre possibile inserire memo vocali nelle immagini inviate agli editor per fornire dettagli importanti in grado di ottimizzare l’editing. In alternativa, l’add-on di Imaging Edge Transfer & Tagging permette di trasferire foto e messaggi sul proprio dispositivo mobile e convertire automaticamente le note vocali in testo allegato alle immagini JPEG come metadati IPTC. Il fotografo può scegliere di fare tutto ciò in maniera automatica o manuale.

Migliorato il processore d’immagine BIONZ X, potenziato per svolgere i vari compiti più velocemente e in modo più efficace. Il processore lavora con il chip di acquisizione LSI frontale per aumentare la velocità del rilevamento AF/AE, l’elaborazione delle immagini, il Face Detection, la precisione e molto altro ancora. I due slot compatibili con le schede SD UHS-I e UHS-II sono stati aggiornati per una maggiore capacità complessiva e velocità in lettura/scrittura.

Il design subisce un leggero cambiamento. Diametro e feedback del pulsante AF-ON aumentati, nuovo design per il joystick di multiselezione, aggiunta di un pulsante di blocco alla ghiera per la compensazione dell’esposizione e ghiera posteriore ridisegnata e riposizionata.

Le novità più importanti arrivano sul fronte della connettività. Sony α9 II include un’uscita Ethernet 1000BASE-T integrata, che consente di trasferire i dati in maniera ultrarapida e stabile. È inoltre incluso il supporto alla cifratura FTPS (File Transfer over SSL/TLS) per una maggiore sicurezza dei dati, mentre le riprese in remoto dal PC sono state ottimizzate con tempi di ritardo ridotti e un minore ritardo nella visualizzazione della scena in tempo reale, grazie all’app per desktop Remote Camera Tool.

Con l’aggiunta di una banda stabile e veloce da 5 GHz (IEEE 802.11ac), che si affianca alla banda da 2,4 GHz già presente su α9, anche la velocità della funzionalità WLAN integrata aumenta notevolmente. Inoltre, la nuova Sony α9 II ha in dotazione un connettore USB C, che supporta lo standard USB 3.2 Gen 1 (utilizzabile anche per la ricarica).

Sony α9 II si posiziona nella fascia alta di mercato e ha quindi un prezzo che non è alla portata di tutti. Anche se ad oggi non si hanno informazioni ufficiali sul prezzo di listino, è facile presupporre che il prodotto si posizioni tra i €4000 e i €5000. Il prodotto sarà disponibile entro la fine di questo mese.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi qui il tuo nome