Dynabook, lo storico brand di Toshiba ritornato alla ribalta da quest’estate anche in Europa e America, presenta a IFA 2019 il nuovo portatile per il business Tecra X50-F.

Con uno schermo da 15,6″ LCD IGZO sviluppato da Sharp, che ha un consumo energetico pari a circa la metà rispetto al display LCD classico, senza intaccare la luminosità e la qualità dell’immagine, unito alle molteplici funzioni di sicurezza integrate e alla notevole autonomia, Dynabook Tecra X50-F rappresenta un’interessante soluzione per la produttività.

Tecra X50-F è caratterizzato da una scocca in magnesio ultraleggero (40% di peso in meno rispetto alla plastica) ma allo stesso tempo robusta. Il portatile Dynabook, oltre a presentare un design ergonomico con tastiera retroilluminata e touchpad di precisione, ha superato test militari MIL-STD-810G, risultato che promette una maggiore resistenza e durevolezza nel tempo.

“Generalmente, i dispositivi da 15″ sono prodotti da scrivania e quindi chi li utilizza predilige lavorare dall’ufficio. Le abitudini però stanno cambiando, il lavoro è sempre più mobile e le aziende vogliono che i propri dipendenti vivano la stessa esperienza utente sia in sede sia durante i viaggi”, afferma Damian Jaume, Presidente di Dynabook Europe GmbH. “Il lancio del Tecra X50-F rafforza ulteriormente la nostra missione di garantire la possibilità di lavorare ovunque e in qualsiasi momento con dispositivi ultra-mobili, senza sacrificare la portabilità o le prestazioni. Il device completa la famiglia di laptop dynabook X-series, per poter soddisfare le esigenze di tutti i tipi di azienda”.

La configurazione top arriva a un processore i7-8665U, 32 GB di RAM DDR4 e uno storage interno con SSD M.2 PCIe NVMe fino a 1 TB. Non si sa come e in quale condizione d’uso, ma dall’azienda ci fanno sapere che Tecra X50-F è in grado di raggiungere un’autonomia di 17 ore. Risultato notevole. Meno notevole però che vengano usati processori i7 di settima generazione, quando i concorrenti si affrettano a presentare prodotti con quelli di decima generazione.

Con Windows 10 Modern Standby (evoluzione del Connected Standby di Windows 8) e la funzione “Wake on fingerprint” permette l’attivazione immediata con lo sblocco tramite impronte digitali, esattamente come su uno smartphone. Inoltre la tecnologia Intel Optane consente una maggiore velocità di caricamento e apertura dei vari programmi e file.

Il notebook mette al centro la sicurezza e la privacy; dispone infatti di numerose funzioni studiate per permettere di lavorare senza preoccupazioni per la tutela dei dati. A partire dal supporto al riconoscimento facciale Windows Hello (tramite una camera a infrarossi) e al lettore di impronte digitali SecurePad. Inoltre, l’esclusivo BIOS, prodotto internamente, offre un livello più alto di sicurezza.

Per prevenire qualsiasi tipo di accesso indesiderato alla webcam, essa è dotata di un piccolo coperchio che all’occorrenza copre l’otturatore della camera. Come opzione di configurazione c’è la possibilità di aggiungere un lettore smartcard.

Dynabook Tecra X50-F è dotato di 2 porte USB-A, 2 USB-C con Thunderbolt 3 e una porta HDMI. A livello di connettività c’è il WiFi 6, l’ultimo standard che offre una maggiore capacità e velocità di connessione più elevate. Il 4G LTE con slot per scheda SIM è opzionale.

Tecra X50-F sarà disponibile da inizio ottobre di quest’anno; tuttavia al momento non abbiamo ulteriori notizie sul prezzo. Si presume che partirà da circa 1500 Euro per la configurazione base.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Scrivi qui il tuo nome