I nuovi processori, con velocità di clock fino a 5GHz sul prodotto di punta (i9-9900K), sono il motivo dell’arrivo di una nuova serie di schede madri ASUS. La gamma delle  nuove schede madri è guidata dalle diversificate proposte Republic of Gamers; chi cerca l’essenziale e prezzi più accessibili, lo trova invece nella gamma TUF Gaming; al di fuori della sfera del gioco, la famiglia Prime è in grado di offrire le caratteristiche distintive di ASUS in un pacchetto professionale, mentre la serie WS è dedicata esplicitamente alle workstation.

La serie Maximus XI comprende la Maximus XI Extreme, dedicata a vere build da sogno, seguita dai modelli Maximus XI Formula e Code. Maximus XI Gene è invece una microATX, mentre Maximus XI Hero offre un buon equilibrio in tre diverse varianti.

Appena sotto la serie Maximus vi è ROG Strix, più accessibile ma che mantiene il look and feel che ci si aspetta da Republic of Gamers. Questi modelli hanno tutto l’occorrente per il gioco e l’overclocking, tuttavia non sono così estremi come i fratelli ROG. Alla Versione Mini-ITX Strix Z390-I Gaming si aggiungono tre schede ATX standard: Strix Z390-E, Z390-F e Z390-H Gaming.

La serie TUF Gaming rappresenta una nuova direzione per l’hardware gaming che combina facilità di assemblaggio con l’affidabilità, l’estetica e l’attenzione agli elementi essenziali per il gioco. TUF Gaming Z390 include un modello microATX (TUF Z390M-PRO Gaming) e due per il formato ATX standard (TUF Z390-PRO Gaming e TUF Z390-PLUS Gaming).

Non solo gaming. Le schede madri WS e Prime hanno un approccio più business, con un occhio rivolto ai professionisti che realizzano macchine potenti e più orientate alla produttività piuttosto che al gioco. La scheda WS Z390 PRO aumenta la capacità di espansione delle workstation Coffee Lake, mentre il modello Prime Z390-A soddisfa gli appassionati di ASUS ad ogni nuova generazione. Per creare invece soluzioni professionali di base sono a disposizione le versioni Prime Z390-P e Z390M-PLUS.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here